Android: come creare una rom cucinata

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando si parla di rom cucinata si fa riferimento ad una partizione della memoria che ha la caratteristica di poter essere modificata e, successivamente, caricata nuovamente sul proprio dispositivo. La sua funzione è quella di consentire all'utente di aggiungere nuove funzionalità allo smartphone, oppure di rimuoverne altre già presenti. Per tale motivo si fa ricorso ad una rom cucinata soprattutto per aggiornare smartphone datati, rendendoli più attuali. Tra i diversi sistemi operativi, Android è quello che permette le maggiori modifiche; nella presente guida, a tal proposito, verrà indicato come creare una rom cucinata.

24

La prima operazione da compiere per poter creare una rom cucinata consiste nello scaricare lo strumento noto come Android Kitchen; lo sviluppo di quest'ultimo è stato indirizzato, in modo particolare, ai dispositivi HTC anche se, in realtà, può fornire un corretto supporto anche in altri casi. Una volta scaricato Android Kitchen è probabile che sia necessario scaricare dei file aggiuntivi; questo dipenderà dalla versione del sistema operativo caricata sul proprio dispositivo. Successivamente scaricare la CyanogenMod (si tratta di una custom ROM), scegliendo la versione compatibile con il proprio smartphone. È importante, in questo caso, optare per la versione in grado di garantire la maggiore stabilità.

34

Dopo aver decompresso i file che si desidera sottoporre ad Android Kitchen, procedere aprendo una finestra terminale oppure, in alternativa, una linea di comando, quindi spostarsi sulla directory di ogni file e digitare il menu "./"; questo comando permetterà di eseguire l'applicazione e di aprire il menu, dal quale sarà possibile modificare qualunque file presenti l'estensione ". Zip". Inoltre, potranno essere variate anche le immagini rom; quest'ultima funzione riveste un'importanza cruciale nel caso in cui l'utente desideri rimuovere delle applicazioni indesiderate. Importare la rom CyanogenMod è semplice; sarà sufficiente, infatti, spostare il file ". Zip" all'interno della cartella che porta il nome "original_update", posizionata all'interno della directory di Kitchen. Giunti all'interno del menu premere "1" e Invio. Questo permetterà di aggiungere la rom alla propria directory e, quindi, di modificarla.

Continua la lettura
44

L'utente avrà a disposizione diverse opzioni; una delle più significative è quella che consente di fare una copia di backup, ma è anche possibile inserire delle immagini rom nella directory. Procedere rinominando la rom; premendo il tasto "8" sul menu di Kitchen verrà mostrato il nome originale. Per cambiarlo, premere "Y", digitare il nuovo nome scelto e premere Invio. Nel caso in cui si desideri aggiungere (oppure rimuovere) delle applicazioni, occorrerà eliminare i file apk; questi ultimi si trovano all'interno della cartella "system/app", presente nella directory "WORKING_myrom". Infine, per costruire la rom, premere prima "99" e, in seguito, "1", dal menu, scegliendo Y al momento di firmare la rom; concludere rinominando il file ". Zip". La rom apparirà, ora, nella cartella denominata "Output_Zip".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Come cucinare una Rom per Android

In elettronica ed informatica, la ROM è una tipologia di memoria di sola lettura, in cui i dati vengono "fissati" tramite collegamenti fisici e statici. Le informazioni non possono essere modificate durante il normale funzionamento. Eventuali variazioni...
Android

Come seguire tutti i porting di Android 4.0 non ufficiali

In questa guida è illustrato il metodo per inserire Android 4.0, su un dispositivo che non ha ottenuto l'aggiornamento ufficiale ad Android 4, ma che ha subito delle modifiche da parte della casa produttrice (Samsung, HTC, Lg). L'installazione è di...
Tablet

Come installare Android Market su tablet BlackBerry PlayBook

Il Blackberry Playbook è un tablet prodotto nel 2011 dalla società canadese BlackBerry Limited (conosciuta anche con il vecchio nome Reasearch In Motion, poi modificato per pubblicizzare meglio il suo prodotto di punta: il Blackberry per l'appunto).Il...
Android

I migliori giochi di cucina per Android

Cucinare è sicuramente la passione di molti di voi fin da quando eravate bambini. Potete godervi in tv un'abbondanza di trasmissioni con gare tra cuochi e dilettanti. Queste vi danno lo spunto per realizzare piatti elaborati e sfiziosi, consentendovi...
iPhone

Le 5 migliori app di cucina per iPhone

Negli ultimi anni, l'innovazione tecnologica ha trasformato i cellulari in dispositivi utilissimi in una miriade di situazioni quotidiane, anche in quelle che non hanno nulla a che vedere con le telefonate e la comunicazione in generale. Ad esempio il...
Smartphone

Come installare Android 4.2.2 sul Samsung Galaxy Chat

Il Samsung Galaxy Chat è uno smartphone di fascia media adatto a chi non può rinunciare ad una tastiera fisica. In questa guida sarà descritto come installare Android 4.1.2 Jelly Bean su Samsung Galaxy Chat. Prima di procedere è bene sapere che questa...
Android

Come modificare la ROM nei dispositivi Android

Il sistema operativo Android è il sistema operativo mobile più popolare usato sulla maggior parte degli smartphone e tablet. Il migliore di Android consente di personalizzare e ottimizzare il firmware e di accedere alle prestazioni dei dispositivi....
Android

5 motivi per installare una custom ROM su Android

Una custom ROM contiene il sistema operativo Android nella sua versione pura. Non presenta dunque applicazioni e funzioni tipiche di una particolare marca o azienda del settore. Per installare una custom ROM su Android è necessario effettuare il root....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.