Come abilitare le notifiche push su iPhone

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le notifiche Push sono una delle funzioni dei sistemi operativi IOS (aggiornati alle versioni più recenti), attivabili sia su IPhone che IPad. La notifica Push ci aggiorna costantemente su tutte le novità; ogni applicazione installata infatti ha la possibilità, se viene autorizzata dall'utente, di mandare notifiche costanti sulla home del dispositivo, che si possono riferire a messaggi in arrivo o a delle notifiche sui social network. Non è un servizio indispensabile, intendiamoci, e a volte può risultare fastidioso sentire il proprio telefono squillare o vibrare in continuazione (senza contare il fatto che il servizio consuma molta energia). Nonostante ciò, le notifiche Push sono molto utili per chi, principalmente per necessità lavorative, ha bisogno di tenere tutto sotto controllo, o comunque per chi vuole essere sempre raggiungibile dai propri amici e familiari. Vediamo ora come abilitare le notifiche Push sui nostri dispositivi Apple. Questa guida si riferisce al'ultima versione di IOS 10.

26

Occorrente

  • Un iPhone
  • Una connessione internet
36

Attivarle al momento dell'istallazione

Il primo modo per attivare le notifiche Push è di abilitarle non appena una nuova applicazione viene scaricata ed istallata dall' App Store sul nostro dispositivo. Al momento dell'installazione infatti ci verrà chiesto se vogliamo attivare le notifiche Push per quella determinata applicazione; accettando, le notifiche saranno attivate automaticamente.

46

Attivarle nelle impostazioni

Il secondo modo per abilitare le notifiche Push si riferisce a coloro che non le hanno attivate fin da subito. È possibile infatti abilitarle anche in un secondo momento, se si prende una decisione diversa da quella di partenza. È sufficiente cliccare sull'icona delle "Impostazioni" ed entrare nel menù, scorrendo con il dito fino ad arrivare al tasto "Notifiche". Una volta cliccato, si aprirà una lista di tutte le nostre App. A questo punto potremo scegliere quali potranno inviarci notifiche Push e quali invece no, cliccando sopra all' applicazione che ci interessa ed attivando tutte le opzioni di notifica: per esempio, è sconsigliabile attivare le notifiche per App che non abbiano una rilevanza all'interno della messaggistica (come possono essere i giochi per cellulare) perché a quel punto la mole di notifiche potrebbe diventare fastidiosa, oltre che non necessaria (difatti, questi tipi di applicazioni inviano tendenzialmente spam e pubblicità).

Continua la lettura
56

Impostare le notifiche

Una volta aperto l'elenco delle App, ci sono varie cose che possiamo fare: difatti, oltre ad impostare o meno le notifiche, possiamo decidere se mostrarle all'interno del centro notifiche, modificare lo stile (se un banner, un semplice avviso o nessuno), il suono di queste ultime (silenzioso, vibrazione, suoneria), o addirittura se mostrare o meno un'anteprima del messaggio ricevuto. Inoltre è possibile attivare l' icona "app badge", cioè il pallino rosso ad indicare il numero di notifiche sopra le icone di applicazione, nella schermata home.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Disabilitate le notifiche Push delle applicazioni non essenziali

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Come disattivare le notifiche push su Samsung

Al giorno d'oggi, per rimanere al passo con i tempi, la gente decide di acquistare uno smartphone. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta essenzialmente di un telefono cellulare che ha tantissime funzioni, quali ad esempio l'accesso a internet....
Android

Come impostare le notifiche di Gmail nei telefoni Android

Gmail è un servizio gratuito di posta elettronica via web, fornito da Google. È stato rilasciato il 1º aprile 2004 e solo il 7 luglio 2009, dopo oltre 5 anni di permanenza nello status di beta pubblica, è stato promosso alla condizione di definitiva....
iPhone

Come aumentare la durata della batteria iPhone

Quante volte ci sarà capitato di trovarci a metà giornata con la batteria scarica del nostro iPhone e, con nostro rammarico, senza avere nessuna possibilità di poterlo ricaricare, in quanto eravamo fuori e, quindi sprovvisti del nostro caricabatterie....
iPhone

Come minimizzare il consumo della batteria dell'iPhone

L'iPhone è un telefono gioiello, lo sappiamo tutti. È quasi perfetto e presenta numerose funzionalità che tanti altri smartphone, seppur all'avanguardia, non possiedono. L'unico punto debole è rappresentato dalla batteria, che con un uso eccessivo...
Tablet

Come prolungare la vita della batteria dell'iPad

L'iPad è un dispositivo che ti permette di fare qualsiasi cosa, dall'ascolto della la musica al navigare su internet. Come tutti gli strumenti elettronici ha un piccolo svantaggio, la batteria si esaurisce velocemente se ne fai un uso prolungato. Magari...
Smartphone

Come impostare la suoneria del Galaxy S6

Lo smartphone Galaxy S6 è uno dei top di gamma di casa Samsung. Il dispositivo si affida alla versatilità e all'elasticità del sistema operativo Android. La personalizzazione è il principale punto di forza del software dell'androide Google. Perciò...
iPhone

Come risparmiare batteria iPhone

In quest'era moderna siamo tutti provvisti di smartphone iPhone o comunque cellulari sofisticati in grado di offrirci innumerevoli funzione, tra esse troviamo la connessione dati, l'uso del device come riproduttore audio e video, la possibilità di scattare...
Apps

5 motivi per lasciare un gruppo su Whatsapp

Grazie agli smartphone e, più recentemente, ai tablet la comunicazione non ha più limiti. Da diversi anni non usiamo più i vetusti SMS e MMS. A oggi preferiamo un abbonamento mensile per sfruttare i servizi 3G/4G. Grazie alle app di messaggistica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.