Come installare Ubuntu su un tablet Android

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Linux è uno dei sistemi operativi più famosi e usati negli ultimi tempi, ed è una valida alternativa all'altrettanto famoso Windows. La tecnologia ha fatto passi da gigante, tanto che ora Linux è disponibile anche per tablet. Anche se esistono sistemi operativi pensati appositamente per i tablet, avere la possibilità di usare Linux su uno di questa ci consentirà di potenziare notevolmente le prestazioni della nostra macchina. Installare una qualsiasi distribuzione Linux sul tablet Android ormai non è un'impresa difficile; per farlo non è più necessario essere un super esperto di comandi Linux. Esiste infatti un'applicazione che è in grado di guidarci attraverso le varie operazioni per scaricare e installare l'immagine della distribuzione Linux che preferiamo e di avviarla come se fosse all'interno di una macchina virtuale. Vediamo ora in questa breve guida i passi necessari per installare l'immagine della distribuzione Linux chiamata "Ubuntu", daremo utili consigli su come procedere nella maniera più corretta possibile. Mettiamoci all'opera.

25

Occorre prima di tutto scaricare l'applicazione Complete linux installer dal Google Market e installarla sul nostro tablet. Questa applicazione richiede una versione di Android 2.2 o superiore; per poter utilizzare Linux sono invece necessari i permessi di root. In caso questi permessi non fossero ancora presenti sul nostro dispositivo sarà sufficiente cercare su Internet qualche rapida indicazione su come ottenerli e attivarli; generalmente queste guide consigliano di servirsi di un'applicazione gratuita per Windows di nome "SuperOneClcik", che permette di eseguire il root su moltissimi terminali Android con un semplice clic. Per utilizzare "SuperOneClick" non occorre far altro che collegare il tablet da sbloccare al PC tramite cavo USB, attivare il de-bug USB su Android, cliccare sul pulsante "Root" del programma ed aspettare qualche minuto affinché avvenga il processo di rooting del dispositivo. È necessario inoltre abilitare la USB Debugging nel menu Setting>Applicazioni>Development.

35

Dobbiamo a questo punto aprire l'applicazione e cliccare su "Install guides"; si aprirà così una schermata dove potremo scegliere la distribuzione Linux che si desidera installare.
Dopo aver selezionato l'ultima versione di Ubuntu, dovremo scaricare l'immagine e le applicazioni richieste. In particolare si dovranno scaricare: NCViewer, per avviare la versione grafica di Ubuntu; Terminal, per eseguire comandi da un simulatore di terminale Linux. Per quanto riguarda l'immagine Ubuntu si consiglia di scegliere quella più leggera presente per non appesantire e rallentare il sistema operativo, soprattutto se non si ha molta memoria libera sul tablet.

Continua la lettura
45

Occorre ora estrarre il file zip con un File Manager che permetta di estrarre file compressi. Se ne potrà facilmente trovare uno - anche gratis - in Android Market. Estraiamo quindi il file in una cartella chiamata "Ubuntu", che troveremo già presente all'interno della cartella radice della SDcard (dovrebbero esserci due file: ubuntu. Img e ubuntu. Img. Md5).
Adesso sarà possibile avviare Ubuntu da linea di comando. Per farlo, dopo essere andati alla schermata iniziale di Complete Linux Installer, occorre cliccare su "Launch" e scegliere la distribuzione Linux da avviare (nel nostro caso Ubuntu).
Dopo uno o due minuti apparirà un messaggio che dirà: "root@localhost:/#". Sarà a questo punto possibile utilizzare il terminale come se fosse la linea di comando di Ubuntu. Se il messaggio non dovesse comparire probabilmente non saranno ancora presenti i permessi di root nel tablet.

55

Per avviare la versione grafica di Ubuntu bisogna utilizzare l'applicazione VNCViewer che abbiamo precedentemente scaricato e installato.
Impostare quindi l'indirizzo Ip su Localhost e la porta su 5900, inserire come password "ubuntu" e infine cliccare su "Connect". A questo punto sarà possibile avviare la sezione di Ubuntu. È importante ricordare che alla fine di ogni sessione bisogna scrivere "exit" nella linea di comando e aspettare che il sistema si spenga.
Il team di Ubuntu ha annunciato che durante questo stesso anno verrà rilasciata una versione del più diffuso sistema operativo progettata proprio per Android. Non sarà più necessario installare macchine virtuali o eseguire difficili codici da linea di comando per installare Ubuntu; ma per chi volesse utilizzarlo già ora, questa guida potrebbe essere piuttosto utile!
Avere Ubuntu anche su un tablet Android è una possibilità davvero molto vantaggiosa per gli amanti di questo sistema operativo. Basteranno davvero pochi passaggi e un po' di buona volontà per avere il programma subito installato. Se non avete idea di come fare, vi basterà seguire le istruzioni di questa guida, e in men che non si dica il vostro tablet funzionerà meglio di prima. Non mi resta che augurarvi buon divertimento.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Consigli per l'installazione di Ubuntu su smartphone

Se per il nostro smartphone intendiamo avvalerci della App di Ubuntu o di Ubuntu Touch, possiamo farlo seguendo delle linee guida ben precise per l'installazione. Il tutto non è difficile, ma richiede un preciso ordine cronologico, per cui ecco una lista...
Android

Come visualizzare su Ubuntu i file Android

Al giorno d'oggi, le nuove tecnologie sono diventate importanti. Nella guida che segue vi sarà spiegato come visualizzare dei file ". Apk" (Android) sui vostri computer Ubuntu. Visualizzandoli sarà possibile studiarli, modificarli (per uso personale,...
Tablet

Come installare Ubuntu su Nexus 7

Ubuntu è il sistema operativo appartenente alla famiglia di GNU/Linux. Insieme a Windows e Mac, è considerato uno dei tre sistemi operativi maggiormente utilizzati dai computer di tutto il mondo, sia desktop che notebook. Ma rispetto agli altri due...
iPhone

Come installare i Plugins di Siri Proxy

Siri è l'assistente vocale disponibile su molti dispositivi Apple, che vi consentirà di effettuare operazioni utilizzando la voce. Installare i plugins per Siri Proxy è piuttosto semplice: come spesso succede, anche con una semplice ricerca sul web...
Smartphone

Come configurare le schermate del Samsung Galaxy Core Plus

In un mondo dove la tecnologia è costantemente in crescita, ci sono sull'onda del successo, gli smartphone. Le aziende leader in questo settore, puntano sempre all'unicità del prodotto e al massimo della personalizzazione, infatti ognuno di questi,...
iPhone

Come installare Android su iPhone 2G

Chi è in possesso di uno Smartphone iPhone 2G e non riesce ad abituarsi all’utilizzo del sistema operativo iOS, può installare su di esso il sistema operativo Android. Questo sistema operativo, sviluppato da Google e la cui struttura è open source,...
Android

Come rootare Sony Tablet S con ICS

Quando compriamo uno smartphone o un tablet vediamo su di essi installati dei programmi di default, possiamo installarne altri, compiere piccole operazioni comuni, ma purtroppo ci sono vietate invece operazioni più complesse, che richiederebbero dei...
Smartphone

Come ottenere permessi di root su Oppo R9 Plus

Grazie all'uso dei cellulari la vita quotidiana risulta sempre più semplice. I moderni smartphone possiedono utility e app per qualunque esigenza. Ci assistono in ogni nostro spostamento e danno risposte alle nostre domande. Ci segnalano i migliori punti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.