Come migliorare la ricezione del GPS Android

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ormai quasi ogni moderno smartphone ha un GPS incorporato. È diventata una funzione utile non solo per spostarsi facendoci guidare, ma anche per sfruttare molte app e servizi che ci vengono offerti. Per non parlare dei giochi come ad esempio può essere Pokémon Go, che senza GPS non funziona.
Purtroppo molti dispositivi non riescono a trovare velocemente il segnale e a connettersi ai satelliti necessari per localizzare la nostra posizione. Se il problema deriva da un difetto hardware sfortunatamente c'è ben poco da fare se non siamo esperti in materia. Mentre se il problema è software possiamo provare a scaricare alcune applicazioni che appunto mirano a migliorare la ricezione del segnale GPS.
In questa guida vi spiegheremo come migliorare la ricezione del GPS Android tramite l'uso di 2 App sviluppate proprio per questo motivo.

26

Occorrente

  • Smartphone android connesso a Internet
36

Prima di iniziare però è necessario che sappiate come funziona il segnale GPS su un smartphone Android. Il GPS è un servizio che sfrutta i satelliti in orbita, che sono circa una trentina, per fornire al dispositivo delle coordinate geografiche e l'ora.
Per poter funzionare il GPS Android deve riuscirsi a connettere a questi satelliti, non tutti, ma almeno 6-7, per poter localizzare la vostra posizione in modo preciso. La precisione aumenta con l'aumentare dei satelliti connessi.

46

Ora che sapete le basi sul funzionamento di un GPS Android possiamo cominciare con i consigli per migliorarne il segnale.
Il primo metodo, funzionante su tutti i telefonini Android, consiste nell'usare un'app che, una volta connessa con i satelliti, cerca di mantenere la connessione in background anche quando non usiamo nessuna funzione che necessità del GPS. Facendo così la prossima volta che ne avremo bisogno non dovremo aspettare che il nostro dispositivo si connetta di nuovo a tutti i satelliti, facendoci risparmiare del tempo. L'app in questione si chiama GPS Locker, scaricabile sullo store di Google. Basta installarla, avviarla e aspettare che si connetta ai satelliti. L'app stessa ci notificherà dell'avvenuta connessione.

Continua la lettura
56

Per chi invece sul proprio smartphone ha i permessi di ROOT, l'applicazione da usare è fasterGPS. È un'applicazione che va ad agire e modificare alcuni file di sistema non raggiungibili normalmente da un utente normale, basandosi su alcune informazioni inserite da noi.
Scaricare l'applicazione da Google store, aspettare che venga installata, avviarla, concedergli i permessi richiesti, e poi inserire per prima cosa il nostro continente nell'apposito spazio, e poi la nazione.
L'applicazione funziona perché di base il GPS Android è configurato al continente della sua fabbricazione, ovvero un buon 90% delle volte quello asiatico. In questo modo ci permette di connetterci ai server italiani, più vicini alla nostra posizione.

Se i metodi descritti di sopra non dovessero funzionare molto probabilmente avete bisogno dell'assistenza di un esperto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per agganciarvi ai satelliti assicuratevi sempre di stare in spazi aperti per una miglior ricezione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Apps

Come velocizzare il fix dei GPS integrati con GPS Quick Position

Se avete acquistato uno smartphone con GPS integrato, in modo da evitare di utilizzare i navigatori satellitari e avere tutto a portata di mano nel vostro cellulare, sicuramente dopo i primi utilizzi vi sarete pentiti di questa scelta, avendo notato che...
Android

Come migliorare la ricezione del segnale 3G su Android

Se per caso avete acquistato uno smartphone con il sistema operativo Android, e subito vi siete accorti che la ricezione del segnale 3G non è per niente buona e non soddisfa tutte le prestazioni richieste non dovete disperare perché è possibile migliorare...
Android

Trucchi per migliorare la ricezione LTE su Android

Al giorno d'oggi, la maggior parte delle persone ha abbandonato i telefoni cellulari di tipo tradizionale per acquistare uno smartphone. Gli smartphone sono telefoni di ultima generazione che consentono di navigare in internet; ne esistono con diversi...
Smartphone

Trucchi per migliorare la ricezione LTE su Windows Phone

La modalità di connessione più preformante, come molti sanno, consiste nell'utilizzare la ricezione LTE. Questo tipo di connessione permette il trasferimento dati fino a 73 Mbps, anche se questa velocità viene molto influenzata dalla distanza dalla...
Cellulari

Come migliorare la ricezione del cellulare

Nel corso degli ultimi vent'anni, la diffusione dei telefoni cellulari ha vissuto una fase di crescita esponenziale. Al giorno d'oggi, il 90% della popolazione è in possesso di almeno un dispositivo mobile. Nonostante ciò, la qualità del segnale ricevuto...
Cellulari

Come bloccare la ricezione di sms

Siamo tutti d'accordo nel dire che che il cellulare è una straordinaria innovazione nel mondo delle comunicazioni. Mantiene vivi i rapporti interpersonali con telefonate, brevi messaggi di testo e file multimediali (immagini, video, musiche). Agevola...
iPhone

Come aumentare la ricezione del segnale 4G

Se il vostro telefono cellulare non riceve in modo ottimale il segnale 4G, potete aumentarne la ricezione facendo una semplice operazione. Questa consiste nello scaricare un'applicazione nata proprio per ottimizzare la qualità del segnale in zone...
iPhone

Trucchi per migliorare la ricezione LTE su iOS

L'iPhone è sinonimo di garanzia così come tutti i prodotti della apple. Ma ciò non toglie che anche il marchio di Cupertino sia soggetto, talvolta, a qualche problemino. Uno dei problemi riscontrati spesso, più che altro nei vecchi modelli, come ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.