Come overcloccare la CPU su Android

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Prima di cominciare con questo tutorial su come overcloccare la CPU su Android, sarà bene farvi una premessa. Trattasi infatti di un'operazione con possibili rischi, per questo nel primo passo andremo ad illustrarvi cosa significa il termine "overcloccare". Prima di procede alla modifica di oggetti informatici è bene che siate assolutamente informati, anche generalmente, a cosa si va a modificare effettivamente, e a cosa andate incontro. Una volta che vi abbiamo detto questo, andremo a spiegarvi quindi cosa fare e come riuscire a overcloccare la cpu su Android. Buona lettura!

24

Per CPU si intende l'abbreviazione di "Central Processing Unit", cioè unità di elaborazione centrale. Esso è il dispositivo che nei cellulari e nei computer esegue l'elaborazione dei dati. La velocità o frequenza del clock, raffigura il numero di operazioni che la CPU riesce ad eseguire in un secondo, e viene misurato in Megahertz, detti anche "MHz", o Gigahertz "GHz". L'overclock della CPU permette di aumentare la frequenza dove lavora la CPU. Questo aumento permette una maggiore conseguente reattività del terminale, ed anche un miglioramento delle applicazioni e delle prestazioni generali.

34

Per overcloccare la CPU del vostro cellulare Android ci sono vari sistemi. Prima di tutto vi dovrete assicurare di aver sbloccato i permessi di root del terminale. Una volta che avrete fatto quest'ultima operazione appena descritta, avrete accesso libero alla modifica di qualunque impostazione di sistema, che a volte può essere anche dannosa. I metodi che sono usati, sono tre sostanzialmente. Ora vi parliamo del primo. Tale metodo prevede l'installazione di una custom Rom, non originale, e che è al posto della vostra versione di Android. Tale Rom realizzata da sviluppatori indipendenti, hanno molte impostazioni maggiori rispetto alle versioni originali di Android. Tra queste potrete modificare la velocità di clock ed il governator della CPU. Il percorso è il seguente: impostazioni/prestazioni/processore.

Ora vi parliamo del secondo metodo. Potrete installare un kernel sul terminale nuovo. Esso permetterà di avere un controllo migliore sempre meglio rispetto alle funzioni del vostro smartphone. Fra queste sarà installata un'applicazione adatta che permette il cambiamento di tante impostazioni, e fra queste anche il governator, il clock ed i voltaggi della CPU vostra.

Continua la lettura
44

Il terzo metodo è quello di usare un'applicazione specifica. Una di queste è chiamata "SetCPU for Root Users" però non è gratuita. Ne esistono anche altre che sono però gratuite come "No-frills CPU Control". Occorrerà scegliere quella che fa il caso vostro. Ovviamente si suppone perciò che avete i permessi root, e dovrete perciò scaricare ed installare l'applicazione sul vostro smartphone. Fatela partire ed accettate i permessi che vi chiedono. Vedrete che vi si aprirà una schermata dove dovrete eseguire l'auto detect speeds. A questo punto vedrete che l'applicazione analizzerà alla fine la vostra CPU e, in automatico vi comunicherà quali sono sia la frequenza minima che massima, che dovrete impostare per avere delle ottimali prestazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Android

Come abilitare l'utente di Root in Android

Android è il sistema operativo per Smartphone che ha preso piede negli ultimi anni, ed è presente sulla maggior parte dei dispositivi in commercio. Android è stato realizzato da Google e permette all'utente di interagire totalmente col proprio smartphone,...
Android

Come rootare uno smartphone Android

Android è un Sistema Operativo per dispositivi mobili, quali Smartphone e Tablet, con la dominante caratteristica di essere Open Source, ovvero un software dove gli stessi fondatori permettono agli utenti finali di elaborare delle modifiche. La possibilità...
Smartphone

Come ottenere i permessi di root su Samsung Galaxy S4

Android è un sistema operativo mobile dalla grande versatilità: esso si adatta alle esigenze di ciascuno, poiché permette attività che vanno dal gioco alla gestione di documenti lavorativi. Se tuttavia volete ottenere il massimo dal vostro smartphone,...
Smartphone

Come Ottenere I Permessi Di Root Sul Lg Opitmus 3d

Avere i permessi di root su un dispositivo con Sistema Operativo Android, in questo specifico caso su di un "Lg Opitmus 3D", significa poter utilizzare una moltitudine di applicazioni, soprattutto per il backup dati, che normalmente non è possibile avere...
Smartphone

Come fare downgrade custom firmware su Acer Predator 8

L'installazione di un custom firmware su terminali Android permette di accedere a funzioni aggiuntive, spesso nascoste all'utente medio. L'operazione viene definita "root" ed attiva l'accesso al cosiddetto Superuser. Tale denominazione garantisce dei...
Tablet

Come installare Ubuntu su un tablet Android

Linux è uno dei sistemi operativi più famosi e usati negli ultimi tempi, ed è una valida alternativa all'altrettanto famoso Windows. La tecnologia ha fatto passi da gigante, tanto che ora Linux è disponibile anche per tablet. Anche se esistono sistemi...
Android

Come ottenere i permessi di root su Samsung galaxy Tab

Se vogliamo avere il pieno controllo sul sistema operativo del nostro dispositivo mobile dobbiamo ottenere i permessi di root. L'utente che possiede questi privilegi di amministratore può gestire, manipolare e modificare totalmente applicazioni e funzioni...
Smartphone

Come ottenere permessi di root su Wiko Selfie 4G

Al giorno d'oggi il mercato della telefonia mobile offre mille alternative per soddisfare ogni esigenza. I colossi del settore restano Apple e Samsung. Ma iniziano a ritagliarsi il proprio spazio anche produttori di altri Paesi. Uno di questi è Wiko,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.