Come pubblicare un'app su Google Play Store

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Con l'avvento degli smartphone è sempre più in crescita la ricerca di applicazioni che soddisfino le molte delle nostre esigenze. Soprattutto i giovani si recano spesso sul market di Android per cercare le più stravaganti applicazioni da installare sul loro telefono. A questo punto, se siamo dei programmatori e vogliamo passare da utente a sviluppatore, ci farà comodo seguire questi consigli su come pubblicare la nostra App su Google Play Store.

28

Per la creazione di file APK, dovremo necessariamente rispettare alcuni requisiti. I files non devono superare i 50 Mb, sono obbligatori 2 screenshot su 6, l'icona dell'applicazione deve essere in alta definizione, l'immagine promozionale è facoltativa, l'immagine della funzione è facoltativa, il video promozionale è facoltativo. A lavoro ultimato nel giro di 12 ore verrà pubblicata nello store dove sarà visibile agli utenti.

38

Una volta preparata l'applicazione, che si vuole pubblicare, bisognerà accedere alla Console degli Sviluppatori con un account di Google. Appena effettuato l'accesso verrà richiesto un pagamento di 25$ da effettuare con carta di credito. Dopo aver versato il corrispettivo e accettato il contratto di distribuzione dovremo compilare il form con i nostri dati, riempiendo tutti i campi obbligatori con le nostre generalità in maniera corretta. Se si vuole pubblicare un' App a pagamento dovremo impostare l'account su commerciale, indicando tutte le info di carattere aziendale e l'iban.

Continua la lettura
48

Dopo aver terminato la procedura d'iscrizione saremo in grado di pubblicare la nostra creazione. Una volta entrati nella consolle si dovrà cliccare su "Aggiungi nuova applicazione", inserirne il nome e caricare il file creato nel formato APK. Sarà opportuno installare il file sul nostro cellulare per creare almeno 2 screenshot da inserire quando andremo a riempire la scheda dell' App, al momento dell'inserimento ci verrà richiesto il formato che dovrà essere o in JPG o in PNG.

58

Appena finito possiamo cliccare su "Pubblica questa applicazione", che troveremo in alto a destra nel pannello della nostra consolle. In seguito si potrà sempre modificare la nostra App integrandola magari con una descrizione dettagliata, che riesca in qualche modo a catturare l'attenzione degli utenti, oppure inserendo nuovi screenshot per renderla più riconoscibile. A lavoro ultimato nel giro di 12 ore verrà pubblicata nello store dove sarà visibile agli utenti.

68

Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a pubblicare un'App sul Google Play Store. Per chi è alle prime armi con il mondo di Android, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, riusciremo alla fine a pubblicare la nostra applicazione e magari anche a guadagnare qualcosa. A questo punto non ci resta che provare subito a realizzare una nuova applicazione, per poter subito provare a pubblicarla sul Play Store.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • siti per creare APP: AppsGeyser, Free Android App Maker, Android3Apps e App.Yet.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Apps

Certificati iOS necessari per pubblicare un'app

Le applicazioni sono sempre più diffuse e al giorno d'oggi rappresentano uno tra i tanti mezzi tecnologici che sono entrati a far parte della vita quotidiana di ognuno di noi. La realizzazione di un'applicazione richiede delle buone conoscenze informatiche...
Smartphone

Come caricare le foto su Facebook dal cellulare

Fin dalla sua creazione e comparsa diversi anni fa, Facebook ha riscontrato un successo quasi impareggiabile, tanto che ormai milioni di persone vi sono connesse da tutto il mondo, ogni giorno vengono caricati milioni di immagini, video e commenti, nessuno...
Apps

I 5 passi per creare un'app mobile

Chi non ha mai desiderato conoscere, o almeno comprendere, il mondo dello sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili? Al giorno d'oggi tutti possiedono uno smartphone e installano molte applicazioni. È quindi scontato che, ad un certo punto, chiunque...
Apps

5 errori comuni da evitare su Instagram

Per chi ancora non fosse ben addentrato nel mondo dei social network, Instagram è un noto social network che permette di condividere foto e permetterne un'ampia diffusione grazie ai propri seguaci, ovvero ai propri "followers". Rispetto ad altri social...
Android

Come vendere un'applicazione su Google Play

Se siete esperti del settore mobile, avete sviluppato una nuova app per il vostro business, oppure per puro piacere e volete venderla agli altri utenti, potete iniziare da Google Play. Sembra molto semplice ma in realtà vi sono molte cose da sapere...
Apps

WhatsApp: come fare le Stories

Dopo le Stories su Facebook, Instagram e Snapchat, Zuckerberg ha deciso di portare il nuovo linguaggio delle storie (che in questo caso specifico sono una versione personalizzata degli "Stati") anche sull'app più popolare in Europa: ovvero, Whatsapp....
Android

Come condividere post su Facebook da Android

Tra gli smartphone in circolazione, al giorno d'oggi, due sono i Sistemi Operativi maggiormente utilizzati. Uno di questo è iOS, realizzato della casa Apple con il suo dispositivo iPhone. L'altro sistema molto utilizzato è Android, prodotto dall'azienda...
Tablet

Come creare una rivista digitale per iPad

Ogni giorno siamo soliti leggere diversi tipi di riviste, ognuna di ogni genere e per ogni gustoe passione. Pero' portarsi dietro quell'ammasso di carta potrebbe non essere sempre comodo. Per questo negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.