Come sviluppare App per Android

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei principali pregi di un sistema operativo open come Android è quello che tutti possono cimentarsi nello sviluppo di applicazioni senza dover pagare grosse somme, avendo poi la possibilità di distribuire le proprie creazioni attraverso vari canali. Se non siamo molto esperti in questo campo, potremo cercare su internet delle guide che ci insegneranno passo dopo passo a realizzare con le nostre mani una bellissima applicazione. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a sviluppare correttamente un'App per Android.

26

Occorrente

  • Eclipse
  • Androd-SDK
  • ADT Plugin
36

Scaricare ed installare Android SDK

Per programmare APP per Android, innanzitutto, è necessario l'ANDROID SDK (Software Development Kit), scaricabile su: http://developer.android.com/sdk/index.html
Una volta scaricato e installato, tramite l'apposito manager (AVD Manager, aperto con i diritti di amministratore), va eseguito l'aggiornamento (l'operazione richiederà molto tempo perché verranno scaricati vari GB di dati), scaricando e installando tutti i pacchetti disponibili.

46

Software per programmare un'app per Android

Eclipse SDK è un programma per lo sviluppo e la compilazione di applicazioni basate sul linguaggio Java. Se utilizzato in combinazione con un componente aggiuntivo gratuito denominato Android Development Tools (ADT), consente di sviluppare APP Android e testarle in maniera abbastanza celere. Non è semplicissimo da usare a primo acchito, ma basterà fare una ricerca su Internet per trovare moltissime guide su come utilizzarlo (anche in italiano). È disponibile in varie versioni, quella consigliata per lo sviluppo di applicazioni Android è Eclipse Classic.

Continua la lettura
56

Creazione device virtuale

Una volta installati l'ANDROID SDK, ECLIPSE, non resta che creare un DEVICE VIRTUALE (EMULATORE) con il quale si è in grado di testare e compilare ogni applicazione che precedentemente programmata.
Nel menù WINDOW, sotto l'ANDROID SDK MANAGER è presente la voce AVD MANAGER. Tramite il tasto new è possibile crearne uno: dopo averne specificato il nome, è necessario settare il livello API che supporta, e più informazioni hardware verranno aggiunte, più l'emulatore sarà simile ad un particolare modello di dispositivo Android.

66

Conclusioni

A questo punto, tutti gli strumenti per la programmazione di un'applicazione per un dispositivo con sistema operativo Android, sono presenti. Tramite Eclipse, che si aprirà automaticamente in modalità "compilatore Android", si è in grado di scrivere il codice, aggiungere classi, layout e molti altri strumenti per le proprie applicazioni. Non ci resta che provare subito a programmare la nostra applicazione, seguendo tutte le indicazioni riportate nei passi precedenti. Se siamo alle prime armi con il mondo della programmazione, all'inizio, potremo incontrare alcune difficoltà, ma con un po' d'impegno e tanta pazienza riusciremo alla fine a progettare la nostra app.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Android

Le 10 migliori app per Android rootati

Android è un sistema operativo all'avanguardia. Ci offre tantissime possibilità di personalizzazione: attraverso il root, le custom recovery e le ROM di vario tipo è possibile modificare ogni aspetto del nostro dispositivo in base ai nostri bisogni....
Smartphone

Come programmare App per Windows Phone

Che le applicazione per smartphone siano alla portata dei non programmatori è un dato di fatto. E che alcuni di questi non programmatori facciano dei gran bei soldi è altrettanto noto. Ciò che molti ignorano è che, tra questi, ce ne siano di molto...
Tablet

Come installare Ubuntu su un tablet Android

Linux è uno dei sistemi operativi più famosi e usati negli ultimi tempi, ed è una valida alternativa all'altrettanto famoso Windows. La tecnologia ha fatto passi da gigante, tanto che ora Linux è disponibile anche per tablet. Anche se esistono sistemi...
Apps

Le migliori apps per zippare file

Spesso e volentieri, sul proprio dispositivo mobile può apparire la dicitura “Impossibile archiviare il file per memoria insufficiente”. Si tratta di un messaggio che fa rabbrividire gli utenti che lo trovano visualizzato sullo schermo del proprio...
Smartphone

Come alleggerire la RAM del Samsung S6 Edge

Al momento dell'acquisto di un nuovo cellulare bisogna già conoscere le principali caratteristiche che riguardano la RAM, oltre al sistema operativo, il processore e la memoria. Maggiore è la capacità della RAM e più programmi lo smartphone è in...
Smartphone

Come trasferire la rubrica da Blackberry a PC

Il backup-up dei contatti sul BlackBerry ad una scheda SIM, è un ottimo modo per assicurarsi di non perdere i nomi, i numeri e le e-mail. È importante anche, considerare il backup dei contatti su un PC: sarete in grado di collegare semplicemente il...
Smartphone

Come scaricare le foto e i video dal BlackBerry al computer

In questi ultimi anni, l'aumento delle vendite degli smartphone è stato davvero esponenziale, favorito anche dal numero sempre maggiore di funzioni che tali dispositivi presentano. Con la possibilità di condividere le proprie esperienze attraverso i...
iPhone

Come installare l'emulatore del GameBoy sull'iPhone

Molti di noi sono cresciuti con il GameBoy, legati a quei fantastici giochi come i Pokemon, Super Mario e tanti altri. Qualcuno si chiederà se è possibile continuare a giocarci sul proprio iPhone. Fortunatamente esiste la possibilità di installare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.