5 motivi per bloccare qualcuno su Whatsapp

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Whatsapp è diventato ormai uno strumento di comunicazione imprescindibile per giovani e meno giovani: permette (a patto di avere una connessione internet) di mandare messaggi, immagini e file audio in tempo reale e in modo assolutamente gratuito, a differenza di quanto accadeva con i tradizionali sms. Ma come sempre accade con le tecnologie dei social network, la grande potenzialità di Whatsapp è un'arma a doppio taglio: la grande facilità e l'immediatezza con cui è possibile scambiare messaggi con chiunque può diventare un problema in più di un caso, soprattutto quando siamo noi a riceverli da qualcuno di non proprio gradito.
E allora, quali sono i 5 buoni motivi per cui non dovremmo sentirci in colpa a bloccare qualcuno su Whatsapp? Vediamoli insieme.

27

Se è un nostro ex

Il primo dei motivi per cui dovremmo bloccare qualcuno su Whatsapp senza sensi di colpa è se questo è un nostro o una nostra ex. Se abbiamo deciso ormai di voltare pagina lui o lei non potrà cercare di farci cambiare idea con messaggi strappalacrime, se invece siamo stati noi a venire lasciati faremo un favore a noi stessi togliendoci ogni possibilità di inviare un messaggio in un momento di debolezza!

37

Se temiamo sia uno/a stalker

Venire corteggiati, ricevere le attenzioni di qualcuno, è in genere piacevole: ma tutto il contrario se grazie a queste nuove tecnologie iniziamo ad avere la sensazione di essere costantemente controllati, spiati attraverso i social network, e peggio ancora se veniamo inondati di messaggi a tutte le ore, non importa quanto gentili o ben intenzionati siano. Sospettiamo di avere a che fare con un/a stalker? Blocchiamolo/a immediatamente.

Continua la lettura
47

Se ci invia contenuti non graditi

Può anche capitare che attraverso una chat o un gruppo qualcuno si diverta ad inviare contenuti non graditi: porno, immagini violente, o messaggi ed immagini che in generale urtano la nostra sensibilità o non rispettano le nostre idee. Si tratta di una forma sottile ma pur sempre di una violenza, non esitiamo perciò a bloccare questo utente se la cosa si ripete troppo spesso.

57

Se ci invia troppi messaggi

A volte non si tratta di un vero e proprio stalker o di un corteggiatore troppo insistente: più spesso è un amico o un parente che da quando ha istallato Whatsapp non riesce a fare a meno di mandare continuamente messaggi a qualsiasi ora del giorno... Smettere di rispondere di solito non scoraggia queste persone, che continuano imperterrite ad inviare link, frasi, immagini, emoticon: se impostare la chat su "silenzioso" non è sufficiente (e neanche dirgli apertamente di smettere) possiamo bloccarlo.

67

Se non siamo sicuri della sua identità

Su Whatsapp non è necessario mandare o accettare "richieste d'amicizia" per entrare in contatto con gli altri utenti, nè al momento della registrazione accertare la propria identità: perciò può essere sin troppo facile spacciarsi per qualcun altro per uno scherzo o per qualcosa di ben più grave. Attenzione quindi! Se non siamo certi dell'identità di un utente, blocchiamolo immediatamente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Whatsapp: Come nascondere l'accesso

Se abbiamo litigato con un amico oppure con il proprio partner e non desideriamo rendere visibile l'ultimo accesso che abbiamo effettuato sull'applicazione WhatsApp possiamo farlo. Il rimedio a ciò è molto intuitivo ed abbastanza semplice da eseguire....
Smartphone

Come capire se qualcuno sta rintracciando il nostro cellulare

Hai recentemente acquistato l’ultimo modello del tuo cellulare preferito e sei entusiasta di tute le funzionalità di cui ora puoi vantarti? Uno dei motivi principali per cui hai deciso di sostituire l’obsoleto telefono di cui disponevi riguarda la...
Smartphone

Come impedire di essere aggiunto a gruppi su Whatsapp

Nell'era moderna la comunicazione passa soprattutto attraverso i dispositivi smart. Tablet e cellulari, infatti, permettono di restare costantemente in contatto con i propri cari. È un mezzo molto importante in particolare per chi vive lontano. Tra le...
Smartphone

Come rispondere ad un messaggio su whatsapp senza risultare online

Quante volte abbiamo evitato di leggere un messaggio su Whatsapp solo per non effettuare l’accesso all’applicazione e non mostrare a quel contatto di essere online? L’arrivo, sull’app di messaggistica più popolare al mondo, delle doppie spunte...
Smartphone

Come condividere i video da Messenger a WhatsApp

Può capitare di ricevere un video su Messenger e di non sapere come poterlo condividere ad altre persone su WhatsApp. Si tratta di una operazione semplice e in questa guida si illustrano i passaggi da seguire per trasferire i video da Messenger a WhatsApp,...
Smartphone

Come recuperare i messaggi cancellati di Whatsapp

Oggi nei nostri cellulari di ultima generazione quasi tutti per scambiarci molteplici messaggi, foto e video durante il giorno utilizziamo un utilissima applicazione chiamata Whatsapp. Capita spesso però di cancellare messaggi indesiderati dal telefono...
Smartphone

Come recuperare la cronologia chat di WhatsApp

Abituati come siamo a mandare centinaia di messaggi al giorno tramite Whatsapp a volte non pensiamo che a causa di qualche problema o per semplice distrazione potremmo correre il rischio di perdere tutta la cronologia dei messaggi inviati e ricevuti con...
Smartphone

Come bloccare una pubblicità sul cellulare

Il cellulare è l'oggetto tecnologico utilizzato maggiormente dalla popolazione. Questo perché garantisce informazioni riguardante quello che accade nel mondo, grazie all'utilizzo di internet. La rete internet contribuisce anche l'utilizzo dei social,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.