Come bloccare un iPhone rubato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Gli smartphone sono degli oggetti molto preziosi, non solo per le funzioni che offrono agli utenti ma anche per il loro valore economico. Per questi motivi, possono stuzzicare gli "appetiti" di molti, compresi i ladri. Nel caso di furto (o smarrimento) di un iPhone, Apple fornisce un servizio molto utile per preservare la riservatezza dei dati contenuti nel dispositivo: si tratta della funzione denominata "Trova il mio iPhone". Nei "melafonini" di vecchia generazione, questa app non è presente, pertanto va installata e configurata. Tuttavia, nelle versioni più recenti di software per iPhone, la funzione in esame è già presente di default, e basta solo abilitarla alla prima accensione del dispositivo. Di seguito, vi spiegheremo come bloccare a distanza il vostro dispositivo rubato e difenderlo da accessi indesiderati.

26

Occorrente

  • Pc e collegamento a internet
  • iPhone
  • Codice PIN e IMEI
36

Con l'app "Trova il mio iPhone" potete individuare la posizione del vostro dispositivo su una mappa, e inviare allo stesso un messaggio di testo e un comando a distanza: quest'ultima opzione consente di far emettere allo smartphone un segnale sonoro per renderlo rintracciabile. Nel caso in cui il possessore del vostro iPhone non lo detenga in buonafede, dopo questi primi tentativi potete procedere al blocco vero e proprio del dispositivo. Tutto questo è fattibile da un qualsiasi pc con collegamento a internet ma solo se, in fase di configurazione del vostro smartphone, avete provveduto all'attivazione della funzione in esame. Tale attivazione, eseguibile dal menù "Impostazioni" del vostro iPhone, avviene semplicemente spostando su "On" il cursore corrispondente alla funzione di ricerca del dispositivo (come mostrato nella foto allegata a questo passo). Nel caso in cui non abbiate eseguito la citata configurazione non sarete in grado di bloccare il dispositivo a distanza e, di conseguenza, per preservare i dati in esso contenuti, non vi resta che seguire il procedimento descritto al successivo passo 3.

46

Se sul vostro dispositivo Apple è attiva la funzione "Trova il mio iPhone", per bloccarlo a distanza dovete andare sul sito per la sincronizzazione dei dispositivi iOS (vi potete accedere cliccando sul primo link che trovate in calce a questa guida) e cliccare sull'icona "Trova il mio iPhone". Ora vi apparirà una videata con una mappa (come quella riprodotta nell'immagine qui sopra) dalla quale dovrete selezionare il dispositivo sul quale intendete operare, scegliendolo dalla lista che vi comparirà sulla sinistra della schermata. Dopodiché, cliccate sul tasto blu con scritto "i" che si trova accanto al nome del dispositivo scelto e, quindi, selezionate il comando "Blocco remoto". A questo punto vi comparirà un riquadro nel quale dovrete digitare un codice di 4 cifre utile a bloccare il vostro smartphone. Nel caso in cui, in fase di configurazione iniziale del iPhone, aveste già provveduto a impostare un codice di sicurezza per il blocco del dispositivo, non dovrete far altro che digitarlo in questa videata e, quindi, cliccare sul pulsante di destra con scritto "Blocca". Viceversa, se non avete eseguito tali impostazioni sul dispositivo, in questa sede potrete inventare un codice nuovo, confermarlo e procedere con il blocco.

Continua la lettura
56

In questo passo vi illustriamo una procedura che può essere sia complementare che alternativa a quella descritta in precedenza.
Subito dopo aver bloccato il vostro iPhone, dovrete tenerne d'occhio la posizione e, se non ricevete risposta da chi ne è in possesso (ovvero se non avete potuto eseguire la procedura descritta al passo 2 per la mancata attivazione della funzione "Trova il mio iPhone), è necessario che denunciate l'accaduto alle autorità competenti. Dopo tale denuncia, dovete contattare l'operatore telefonico al quale è intestata la SIM del vostro iPhone. L'assistente del call center vi indicherà dove trovare uno specifico modulo che dovete scaricare, stampare e compilare con i dati in esso richiesti; quindi, allegate al modulo una copia della vostra carta d'identità e della denuncia di furto/smarrimento presentata e inviate il tutto al numero di fax che vi è stato indicato dall'operatore. Tra i dati che dovrete fornire a quest'ultimo vi è anche il codice IMEI del dispositivo. Tale numero, composto da 15 cifre, è rintracciabile in vari modi: lo trovate scritto nella confezione del vostro iPhone; oppure, potete rintracciarlo dal sito iTunes che memorizza tutti i dati dei dispositivi dei quali si è eseguito il backup; se siete previdenti, potete segnarvi il codice IMEI dell'iPhone cercandolo direttamente nel dispositivo (basta cliccare su "Impostazioni">"Generali">"Info"). Con il blocco del codice IMEI, il telefono diventa praticamente inutile perché vengono inibite le funzioni di connessione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Segnatevi i codici di blocco del telefono e il suo codice IMEI in un documento di Word e conservatelo lontano da occhi indiscreti.
  • Al momento della configurazione iniziale del vostro iPhone, attivate l'app "Trova il mio iPhone"
  • Tutte le procedure illustrate in questa guida, per essere efficaci, richiedono rapidità d'azione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

iPhone

Come rintracciare un iPhone rubato

Al giorno d'oggi i nostri telefoni posso essere considerati una sorta di moderni diari, poiché contengono tutti i nostri dati personali. Avendo inoltre un costo elevato, perdere per una svista o per un furto il nostro iPhone può gettarci nello sconforto....
iPhone

Come bloccare iPhone tramite codice IMEI

Perdere il cellulare, specie se particolarmente costoso, è una paura costante di tutti ma succede abbastanza spesso. La vita frenetica, la premura, il terrore di arrivare in ritardo sono tutte occasioni per dimenticare il cellulare. Inoltre, ci sono...
iPhone

Come bloccare l'iPhone con trova il mio iPhone

Da Giugno 2010, la Apple ha offerto un'applicazione gratuita che consente ai possessori di iPhone di individuare il proprio telefono utilizzando un altro dispositivo iOS. Si tratta di "Trova il mio iPhone", un'applicazione semplice e veloce che richiede...
iPhone

Come bloccare l'accesso all'Iphone

Se avete lasciato incustodito il vostro iphone a casa o sulla scrivania del vostro ufficio e avete paura che qualcuno possa accedere alle applicazioni, leggendo ad esempio i vostri messaggi, verificando le telefonate effettuate e ricevute, guardando le...
iPhone

Come bloccare le app su iPhone con password

Spesso capita di chiedersi se sia possibile poter bloccare le app con una password su iPhone per evitare che qualche "intruso" possa frugare tra le informazioni salvate sullo smartphone, siano esse foto, video, messaggi o quant'altro all'interno delle...
iPhone

Come bloccare la pubblicità nelle app iPhone

Bloccare la pubblicità nelle app iPhone non è una cosa impossibile. Anzi in molti utilizzano il sistema seguente per evitarle. Ma perché si cerca di nascondere le pubblicità? Di solito limitano lo spazio della schermata, sovrapponendosi a quello che...
iPhone

Come bloccare un numero di telefono su iPhone

Mantenere costantemente i contatti telefonici con amici, colleghi e parenti tramite il proprio smartphone può essere di certo un'esperienza quotidiana soddisfacente e divertente. Tutti amano avere molti amici con i quali chiacchierare ogni giorno in...
iPhone

Come bloccare le chiamate indesiderate su iPhone

In questa guida tratteremo un argomento che può interessare parecchie persone, ovvero, come bloccare le chiamate indesiderate su iPhone. Quante volte, infatti, vi sarà capitato di essere stati contattatati sul vostro cellulare ad orari improbabili o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.