Come capire se il telefono ha subito root

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Effettuare il root di un telefono è un'operazione semplice quanto utile. Esistono diversi motivi per farlo. Il root consiste essenzialmente nell'acquisizione dei diritti di amministratore del proprio sistema operativo. Per acquisire tali diritti basta solo seguire le procedure di Jailbreak, disponibili sia per iOs che per sistemi Android. Se state leggendo questa guida, vuol dire che molto probabilmente avete già effettuato tale procedura. Nel caso in cui vogliate sapere se questa è andata a buon fine, vediamo insieme come capire se il telefono ha subito root.

26

Occorrente

  • Smartphone (iPhone, Android o Windows Phone)
  • Accesso ad internet
36

Per verificare il possesso dei diritti di root su dispositivi Android basta scaricare una semplice applicazione. Recatevi dunque nello store di Google Play e scaricate Root Checker. L'app è totalmente gratuita. Una volta installata, avviatela e premete il tasto "Verify Root". Se detenete i diritti di root apparirà un messaggio con scritto "Congratulations. This device has root access". Per verificare la presenza dei diritti di amministratore sui telefoni di casa Apple è necessario scaricare iFunBox. Il programma è disponibile sia per computer Windows che per Mac. Collegate semplicemente l'iPhone al vostro computer tramite porta USB e avviate il programma.

46

Nel caso in cui voi abbiate effettuato la procedura di root correttamente, lo status del tuo iPhone dovrebbe apparire come "Jailed". Trovate lo status nella barra delle applicazioni di iFunBox, sulla sinistra. Al momento gli smartphone Windows non dispongono di procedure efficaci per effettuare il root. Esistono tuttavia alcuni metodi ufficiali, utili a sviluppatori ed esperti del campo. Utilizzando questi metodi a pagamento non è necessario verificare l'esistenza dei diritti root, dato che essi vengono garantiti da Windows stesso.

Continua la lettura
56

Infine, per completezza, è necessario ricordare che il root è una procedura rischiosa in quanto non coperta da garanzia. Il root varia a seconda del modello di smartphone di cui si dispone e non esiste un software o guida valida per tutti i sistemi Android/iOS/Windows. Adesso dovreste già aver capito se il tuo telefono ha subito il root. Se la risposta è affermativa potrete in tuta tranquillità modificare il vostro smartphone come più preferite. Vi sarà per esempio possibile montare una versione personalizzata di Android o ancora godere di alcune applicazioni premium, in modo totalmente gratuito. Inoltre avrete la possibilità di aggiornare il sistema operativo del vostro smartphone/iPhone, evitando i limiti imposti nella versione base.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate che effettuando il root molto spesso perderete la garanzia del vostro cellulare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Come sapere se il mio smartphone ha il root

L'uso quotidiano di smartphone e tablet è oramai una realtà per milioni di utenti nel mondo. I dispositivi elettronici di questo genere ci accompagnano lungo tutta la giornata. Sono estremamente utili per comunicare senza limiti con tutto il pianeta....
Android

Come rootare Android senza perdere la garanzia

Il root, detto anche amministratore di sistema, è l'utente predefinito del sistema operativo, che possiede i permessi maggiori sul dispositivo in esame. Su Android, il termine root indica la procedura che permette di avere accesso a funzioni aggiuntive...
Android

Root e garanzia: 5 cose da sapere

Come voi lettori e lettrici ben saprete, Android è un sistema operativo per smartphone molto "aperto" all'esperienza utente, con pochissi limiti. Eppure, esiste un modo per ampliare ulteriormente le "libertà" offerte da Android. Per fare ciò, occorre...
iPhone

Modificare la password di root iPhone/iPod Touch Jailbroken

Come ben sapete, per effettuare alcune operazioni tramite "Mobile Terminal" dovrete prima autenticarvi come utente root, inserendo una password. Quest'ultima, vi servirà anche per connettervi tramite protocollo SSH, permettendovi di avere accesso ai...
Smartphone

Come Ottenere I Permessi Di Root Sul Lg Opitmus 3d

Avere i permessi di root su un dispositivo con Sistema Operativo Android, in questo specifico caso su di un "Lg Opitmus 3D", significa poter utilizzare una moltitudine di applicazioni, soprattutto per il backup dati, che normalmente non è possibile avere...
Smartphone

Come ottenere permessi di root su UMI Rome

L'operazione di root permette di accedere a funzionalità segrete di Android. Il processo non richiede una conoscenza di alto livello, però è un'azione ad alto rischio se non si eseguono i passaggi correttamente. Quindi è opportuno spiegare passo passo...
Smartphone

Come ottenere i permessi di root su Alcatel 991D

Nella seguente dettagliata e pratica guida che vi consiglio vivamente di leggere con estrema attenzione nei passaggi successivi, vi spiegherò come bisogna avere il totale controllo dell’Alcatel 991D con il Sistema Operativo "Android". Per riuscire...
Android

Come effettuare il root su Android

Oggi abbiamo proprio deciso di parlarvi di un argomento davvero molto importante ed anche ricercato da alcuni utenti.Nello specifico vogliamo cercare di far capire come e cosa occorre fare per effettuare il così detto root su un semplice Android. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.