Come creare app con React Native

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sviluppare applicazioni per dispositivi mobili che abbiano sistemi operativi come iOS oppure Android, non è semplice specialmente se non si hanno solide basi di programmazione. Nel caso di iOS è richiesta la conoscenza del linguaggio Objective C oppure Swift, mentre nel caso di Android serve conoscere Java. Ma oggi esiste un nuovo modo per creare app, molto comodo per chi proviene dal mondo dello sviluppo web e quindi ha basi di HTML e JavaScript. Questa tecnologia si chiama React Native, diretta discendente di React, che sono entrambe delle librerie di sviluppo create dal team di Facebook.

26

Cosa serve per iniziare

Gli sviluppatori che si affacciano per la prima volta al mobile (ma anche quelli con esperienza) hanno tutti la stessa paura di fondo: riuscirò a dominare la complessità di un mondo in continua evoluzione? Questo timore potrebbe scoraggiare sul nascere anche il più esperto, ma con React Native si può benissimo ovviare al problema. Il necessario per partire è sicuramente una conoscenza base del framework React, che si può acquisire in tempi brevi. Una discreta dimestichezza con il Javascript (preferibilmente ES6). Il software Xcode installato (per iOS) e/o framework Android installato (Android Studio) ed infine una conoscenza di base dell’ecosistema target.

36

Cosa bisogna installare

Innanzitutto devi installare Homebrew, che è molto facile anche per quanto riguarda la configurazione. Inoltre devi anche installare Node. Js 4.0 o le versioni successive. Infine, il team stesso che ha sviluppato React Native, consiglia di usare nvm per gestire le versioni di nodi. Una peculiarità importante di React Native è la dotazione di hot-reloading, ossia la modifica del codice e, grazie al comando Cmd+R, la visualizzazione istantanea dei cambiamenti apportati. Se sei uno sviluppatore sai già quanto sia importante.

Continua la lettura
46

Alcuni comandi iniziali

Dopo aver installato i precedenti strumenti, esegui questi comandi: brew install watchman npm install -g react-native-cli. Adesso puoi iniziare il tuo progetto con il comando CLI: react-native init NomeDellaTuaApp. Apri la cartella principale nell’editor di tua scelta: atom NomeDellaTuaApp #se usi Atom. Per creare un progetto React Native, esegui il comando seguente: react-native run-ios. Questa operazione lancerà il Simulator e dovresti poter vedere la schermata boilerplate.

56

Quando è meglio usare React Native

React Native è sicuramente un framework dalle grandi potenzialità che permette di sviluppare applicazioni con buone prestazioni ed anche la conseguente interfaccia dal design simile a quelle native. Presenta però alcuni svantaggi sia nelle prestazioni (anche se migliori rispetto ad altri framework JS) sia nel controllo di tutte le funzionalità che una applicazione nativa offre. React Native, quindi, può essere una soluzione ideale per un team orientato allo sviluppo in javascript. Questo perché offre degli strumenti che facilitano e unificano il deploy sulle varie piattaforme mobile.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Smartphone

Top 10 app per Windows Phone

Se avete appena acquistato un iPhone con il sistema operativo Windows, è importante sapere che si possono scaricare moltissime App tutte utili e funzionali, da usare in casa così come all'aperto e soprattutto quando siete in viaggio. A tale proposito,...
Smartphone

Le migliori App da avere in viaggio

La tecnologia ci accompagna in ogni nostra esperienza. Ormai non possiamo fare niente senza utilizzare un dispositivo mobile. Specie se ci troviamo in viaggio, tablet e smartphone sono due accessori fondamentali. Grazie a delle comodissime app infatti,...
Smartphone

Le migliori app per imparare una lingua

Le applicazioni installate sugli smartphone ci aiutano in ogni settore della vita. Da quello ludico a quello informativo e lavorativo. Ma non solo, grazie alle app possiamo anche sviluppare le nostre conoscenze linguistiche. Al giorno d'oggi conoscere...
Smartphone

Le 5 migliori app per editare video con lo smartphone

Se amiamo editare dei video e cerchiamo di farlo con il nostro smartphone, è importante sapere che tra le tante App disponibili, ci sono anche quelle specifiche per consentire questa elaborazione di immagini. A tale proposito nei passi successivi di...
Smartphone

Huawei P8 Lite: come scaricare le app sulla scheda di memoria

Il mondo della telefonia mobile offre un'enorme varietà agli utenti. Esistono cellulari e smartphone capaci di rispondere ad ogni esigenza. Al giorno d'oggi la maggior parte dei dispositivi si orienta verso la multimedialità. Ogni smartphone consente...
Smartphone

Come cambiare lo sfondo delle conversazioni di WhatsApp

WhatsApp è una delle più popolari applicazioni di messaggistica cross-platform per iOS. Se siamo utenti da molto tempo dell'app, è necessario essere consapevoli del fatto che WhatsApp consente di selezionare uno sfondo personalizzato per la chat. È...
Smartphone

Come inviare immagini o video con WhatsApp

WhatsApp è una applicazione di messaggistica che sta variando il nostro mondo. Essa è una delle applicazioni maggiormente utilizzate dagli utenti che hanno uno smartphone, ed anche per questo che Facebook l'ha acquistata per una cifra esorbitante. Il...
Smartphone

Come programmare App per Windows Phone

Che le applicazione per smartphone siano alla portata dei non programmatori è un dato di fatto. E che alcuni di questi non programmatori facciano dei gran bei soldi è altrettanto noto. Ciò che molti ignorano è che, tra questi, ce ne siano di molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.