Come fare belle foto con i cellulari

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Non sempre le foto che fai vengono belle come vorresti? Hai dubbi su come impostare la fotocamera? Leggi la guida che ti svela tutti i trucchi del mestiere e l'elenco delle migliori 5 applicazioni di fotoritocco per cellulari. Se avrete pazienza e voglia d'imparare, noterete subito le migliorie, anche se non siete maestri di fotografia.

24

Linee guida

La qualità delle fotografie dipendono principalmente da 2 fattori: - La qualità dell'ottica, ossia dell'obiettivo: quanto è valida e buona la lente che cattura il soggetto
- La risoluzione grafica: quanti dettagli del soggetto vengono catturati dal sensore di immagine. Una bella foto è fatta all'85% dalla bravura del fotografo e per il 15% dalla qualità dello smartphone. Puoi avere l’apparecchio più sofisticato e costoso al mondo e fare foto orrende.

Consigli:
1) In condizioni di luce tenue o scarsa (all’interno di abitazioni con luce artificiale, di notte per strada o foto con tempo nuvoloso) abbassate sempre il valore in Megapixel immediatamente precedente sul vostro smartphone (esempi: da 21MP a 13MP, da 13MP a 8 MP o da 8MP a 5MP): l’importante è rimanere sempre sopra i 5 Megapixel.
2) Se siete all’aperto, in una bella giornata di sole e/o dovete riprendere una panoramica estesa (un tramonto, una foto dalle montagne o il mare, un gruppo numeroso di persone) fare foto più grandi alla risoluzione massima è altamente raccomandato. In questo scenario lasciate sempre al massimo il valore della dimensione: il rumore verrà attutito dalla maggiore presenza di luce e di dettagli da catturare.
3) Il flash nella maggior parte dei casi non serve, meglio lasciarlo completamente spento dato che è fatto da un LED e questo è inadeguato per riempire di luce gli scenari. Regoleremo il valore di luce da catturare agendo su altri parametri con risultati decisamente più realistici.
4) Impostare l'intensità della luce, tale voce indica quanta luce il sensore digitale deve “far entrare” attraverso l’ottica. L’impostazione di EV avviene tramite una barra a scorrimento che riporta in alto valori positivi (+) e in basso negativi. Uno scatto in esterno con luce solare e, più in generale, in condizioni di luce buone richiede sempre un leggero abbassamento del valore di EV; spostiamo sempre il cursore verso valori tra -0.5 (se disponibili i decimali), -1 o -2 e vedrete la differenza. Abbassare EV in queste condizioni esalta i dettagli degli oggetti ripresi e genera foto molto più definite, con colori ben evidenziati. EV è importante anche nello scatto di soggetti ravvicinati (es. Ritratti) contro uno sfondo luminoso (es. Un cielo azzurro di giorno). In questo caso alzare leggermente il valore EV verso valori positivi (+1 o +2), porterà in evidenza i soggetti in primo piano illuminandoli maggiormente e impedendo il controluce. In questo scenario lo scatto con valore a default EV 0 avrebbe portato l’ottica (ed il software) ad essere ingannati dalla luce di sfondo, rendendo scuri i soggetti in primo piano. EV è la chiave anche per ottenere ottime foto con pochissima luce e soprattutto senza usare il flash. Provate a scattare in condizioni di scarsa luce – senza flash – e con un valore di EV positivo (+3 o superiori) per “illuminare” la scena in maniera naturale.5) Il valore ISO non impostarlo mai su automatico, ISO 100 è l’ideale nelle giornate all’aperto con il sole splendente: le nostre foto acquisteranno immediatamente naturalezza e vita. Negli scenari interni di giorno (un’abitazione o un locale illuminato senza luce artificiale), con il tempo nuvoloso, all’alba e al tramonto possiamo impostare il valore di ISO successivo (200 ISO) per compensare la minor presenza di luce. Di sera possiamo affidarci al valore immediatamente superiore (400 ISO) per catturare più luce possibile; compensiamo dove necessario con EV senza usare il flash.  Non usate mai valori superiori a 400 ISO (800 o più): il rumore generato da tali valori è troppo alto sugli smartphone per compensare il guadagno di luce che otteniamo. Usate piuttosto valori d’esposizione positivi alti per illuminare la scena. Se una impostazione ISO 400 con EV alto non illumina abbastanza la scena, rassegnatevi all’uso del flash.

34

Cose da non dimenticare e sottovalutare

Questa è senz’altro la numero uno. Poche cose si sporcano più facilmente di un telefono e sia che la lente sia sporgente o meno, è assai facile che non sia pulita nel momento in cui decidete di scattare e, data la grandezza della lente, qualsiasi granello di polvere si vedrà certamente nella fotografia. Usate semplicemente qualcosa di morbido, va bene un panno da occhiale o anche la vostra maglietta, ma evitate per esempio tovaglioli o fazzoletti di carta. Tenendo il telefono con due mani, come si farebbe con una vera macchina fotografica, il movimento del telefono verrà ridotto al minimo e l’immagine risulterà più precisa.
Utilizzare un tasto reale come ad esempio usando i tasti del volume stando attenti a non muovere la mano mentre scattate può fare gran differenza.
Mettete in conto che quasi tutte le foto hanno bisogno di qualche ritocco, a maggior ragione se fatte con lo smartphone. Aumentare il livello di saturazione e di contrasto, applicare qualche filtro, correggere gli occhi rossi, ritagliarla e moltro altro sono tutte azioni che ora mai si possono fare con app sempre più potenti che potranno correggere un’immagine in maniera molto sofisticata.

Continua la lettura
44

Elenco 5 migliori applicazioni di fotoritocco + una chicca.

Prima è sicuramente una tra le migliori app per modficare foto su iPhone e Android. Snapseed è un editor fotografico completo e professionale sia per iPhone che Android.
Tra le migliori app per editare le proprie foto non poteva mancare Adobe Photoshop Touch, è disponibile per tablet e smartphone Android, ma anche per iPad, iPhone e iPod Touch.
Applicazione complementare a Photoshop, Adobe Photoshop Lighroom è disponibile gratuitamente per dispositivi Android e iOS. VSCO è un'app di editing fotografico disponibile per gli utenti iPhone ed Android.
Google FotoScan è un'app unica nel suo genere. Completamente gratuita e disponibile su Android e iOS, Google PhotoScan offre la possibilità di scansione l'immagine cartacea creando copie digitali perfette.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cellulari

Come riciclare le batterie dei cellulari

Nell'ultimo ventennio la telefonia ha registrato molti cambiamenti ed innovazioni. La tecnologia è in continua espansione. I vecchi apparecchi enormi e scomodi, hanno lasciato spazio a cellulari sempre più sottili e leggeri. Anche il processore interno...
Cellulari

10 consigli pratici su come proteggersi dai cellulari e dalle radiazioni emesse

Dalla comparsa massiccia dei cellulari sul mercato sembra che nessuno di noi possa più farne a meno. Questi dispositivi elettronici emettono radiazioni che possono essere nocive per l'organismo. Non è una novità infatti che la prolungata esposizione...
Cellulari

Come installare giochi su cellulari Nokia

Tra le varie cose che appartengono alla tecnologia, ci sono i telefoni cellulari, essi subiscono continui miglioramenti e come quelli grandi come mattoni con una funzione unica, ovvero l'esclusione della chiamata dal telefono fisso. Man mano però su...
Cellulari

Come riciclare gli accessori dei cellulari

Tutti quanti facciamo più o meno uso di un cellulare, e nel corso del tempo siamo soliti comprare diversi accessori per renderlo ancora più funzionale del solito. Arriva però il momento di dover cambiare cellulare e riciclare di conseguenza anche i...
Cellulari

Come liberarsi dei vecchi cellulari

L'avanzamento della tecnologia rappresenta un'arma a doppio taglio: se da un lato introduce sul mercato dei prodotti tecnologici sempre più sofisticati ed efficienti, dall'altra parte fa aumentare la quantità degli apparecchi elettronici che finiscono...
Cellulari

Cellulari per anziani: come sceglierli

Da tempo la tecnologia fa passi da gigante; infatti i cellulari di ultima generazione sono diventati dei piccoli computer a portata di mano. Con i cellulari si fa tutto, si telefona, si inviano messaggi, si controllano le e-mail, si effettuano video-chiamate,...
Cellulari

Come creare una pellicola protettiva per cellulari

Al giorno d'oggi, quasi tutte le persone possiedono un cellulare o uno smartphone. Nel corso degli anni, questi dispositivi si sono evoluti sempre di più. La loro principale funzione rimane quella di inviare e di ricevere telefonate. Tuttavia, oggi i...
Cellulari

10 cellulari che hanno fatto la storia

Oggi una delle invenzioni che non possiamo fare a meno è l'uso del cellulare. Negli anni settanta però, non era così, infatti il primo telefono cellulare fu inventato da Martin Cooper, che fece la sua prima chiamata il 3 aprile del 1973. Questo prototipo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.