Come pubblicare un'app su Google Play Store

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Con l'avvento degli smartphone è sempre più in crescita la ricerca di applicazioni che soddisfino le molte delle nostre esigenze. Soprattutto i giovani si recano spesso sul market di Android per cercare le più stravaganti applicazioni da installare sul loro telefono. A questo punto, se siamo dei programmatori e vogliamo passare da utente a sviluppatore, ci farà comodo seguire questi consigli su come pubblicare la nostra App su Google Play Store.

28

Per la creazione di file APK, dovremo necessariamente rispettare alcuni requisiti. I files non devono superare i 50 Mb, sono obbligatori 2 screenshot su 6, l'icona dell'applicazione deve essere in alta definizione, l'immagine promozionale è facoltativa, l'immagine della funzione è facoltativa, il video promozionale è facoltativo. A lavoro ultimato nel giro di 12 ore verrà pubblicata nello store dove sarà visibile agli utenti.

38

Una volta preparata l'applicazione, che si vuole pubblicare, bisognerà accedere alla Console degli Sviluppatori con un account di Google. Appena effettuato l'accesso verrà richiesto un pagamento di 25$ da effettuare con carta di credito. Dopo aver versato il corrispettivo e accettato il contratto di distribuzione dovremo compilare il form con i nostri dati, riempiendo tutti i campi obbligatori con le nostre generalità in maniera corretta. Se si vuole pubblicare un' App a pagamento dovremo impostare l'account su commerciale, indicando tutte le info di carattere aziendale e l'iban.

Continua la lettura
48

Dopo aver terminato la procedura d'iscrizione saremo in grado di pubblicare la nostra creazione. Una volta entrati nella consolle si dovrà cliccare su "Aggiungi nuova applicazione", inserirne il nome e caricare il file creato nel formato APK. Sarà opportuno installare il file sul nostro cellulare per creare almeno 2 screenshot da inserire quando andremo a riempire la scheda dell' App, al momento dell'inserimento ci verrà richiesto il formato che dovrà essere o in JPG o in PNG.

58

Appena finito possiamo cliccare su "Pubblica questa applicazione", che troveremo in alto a destra nel pannello della nostra consolle. In seguito si potrà sempre modificare la nostra App integrandola magari con una descrizione dettagliata, che riesca in qualche modo a catturare l'attenzione degli utenti, oppure inserendo nuovi screenshot per renderla più riconoscibile. A lavoro ultimato nel giro di 12 ore verrà pubblicata nello store dove sarà visibile agli utenti.

68

Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a pubblicare un'App sul Google Play Store. Per chi è alle prime armi con il mondo di Android, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, riusciremo alla fine a pubblicare la nostra applicazione e magari anche a guadagnare qualcosa. A questo punto non ci resta che provare subito a realizzare una nuova applicazione, per poter subito provare a pubblicarla sul Play Store.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • siti per creare APP: AppsGeyser, Free Android App Maker, Android3Apps e App.Yet.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Android

Come importare la musica da iTunes a Google Play Music

Una delle preoccupazioni maggiori per chi decide di abbandonare la tanto amata Apple per passare ad Android, è quella di temere la perdita della propria libreria musicale di iTunes che, per qualsiasi appassionato musicale, possiede un certo valore sia...
Android

Come trovare app scontate per Android

Nel variegato mondo degli smartphone, sempre maggiore rilievo stanno assumendo le App, ovvero software utili a svolgere un numero altissimo e diversificato di funzioni. Spesso, però, la ricerca di un'App può rivelarsi complicata, poiché gli store online...
Android

Le 5 migliori App per disegnare su Android

Oggi il mondo degli smartphone e dei tablet si è evoluto al punto che esistono programmi e App per qualsiasi cosa. Quando si ha voglia di disegnare qualcosa e non si ha nell'immediato carta e penna è possibile ad esempio utilizzare in alternativa i...
Android

Come aggiornare Facebook su Android

Le applicazioni disponibili su Google Play Store sono ormai numerosissime e sono altrettanto numerose quelle che vantano oltre il milione di download. Facebook è probabilmente una delle app più usate e meglio sviluppate di sempre. È perciò anche una...
Android

Le migliori app per eliminare files inutili su Android

I dispositivi di ultima generazione sono dotati di una memoria interna molto ampia proprio per consentire l'installazione di innumerevoli app e per salvare i propri file personali. Ma purtroppo nella memoria del cellulare rimangono molti file inutilizzati...
Android

WhatsApp: 10 alternative gratuite per Android

Whatsapp è un'applicazione di messaggistica mobile multipiattaforma che vi consente tramite l'uso della rete di scambiare non solo messaggi, ma anche foto e video. È ormai diventata l'app di messaggistica più famosa e usata al mondo, ma non per questo...
Android

Le migliori app Android per bambini

La piattaforma per smartphone si rivolge a ragazzi e adulti che possiedono uno smartphone. Tuttavia, la piattaforma è in rapida crescita in un luogo ideale per i bambini. In quanto possiede una selezione di applicazioni e giochi che si rivolgono alle...
Android

Come inviare app Android via bluetooth

Oggi vi presenteremo come inviare app Android via Bluetooth. Le app rendono "speciali" il vostro smartphone però, sicuramente lo saprete già, che un dispositivo Android non permette il trasferimento completo e diretto di applicazioni tra due dispositivi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.