Come trattare un cellulare caduto accidentalmente in acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella società attuale siamo abituati a portare sempre il cellulare ovunque. Difficilmente se viene dimenticato a casa non si torna indietro per recuperarlo. Accade però che, spesso, non si presti la dovuta attenzione nel maneggiarlo. Se malauguratamente il vostro cellulare dovesse cadere in una pozza d'acqua dovete intervenire tempestivamente per cercare di recuperare tutte le funzioni di questo delicato apparecchio elettronico. Ecco le istruzioni per trattare un cellulare caduto accidentalmente in acqua.

27

Occorrente

  • cellulare
  • riso, alcool denaturato
37

Il cellulare è nella pozza, ma non fatevi prendere dal panico. Recuperatelo immediatamente e per prima cosa spegnetelo, privatelo della batteria ed estraete la carta sim. Riponetelo aperto su un piano asciutto. Passate un panno per asciugarlo per bene in ogni piccolo angolo facendo attenzione a non lasciare parti bagnate. Per assicurarsi che non rimangano residui liquidi si potrà provvedere all'asciugatura completa attraverso il classico asciugacapelli. Utilizzate il phon tenendolo al livello minimo di calore e piuttosto lontano dal telefono per non danneggiarlo con l'aria calda. Una trentina di minuti dovrebbero bastare per far si che sia asciutto in tutte le sue componenti.

47

Se il vostro telefono è caduto nell'acqua di mare il panno per asciugarlo ed il phon non saranno sufficienti. Il salino è corrosivo e bisogna prestare alcune particolari attenzioni per poter eliminarne ogni particella dai circuiti che potrebbero compromettere in maniera irrimediabile le funzioni del vostro telefono. Per eliminare in maniera completa il salino dovete provvedere ad immergere il telefono in una soluzione composta da alcool denaturato il quale contribuirà a non lasciarne tracce all'interno attraverso l'evaporazione.

Continua la lettura
57

Per permettere che non vi siano residui di acqua all'interno del dispositivo dovrete procurarvi del riso che si utilizza in cucina e che grazie alle sue proprietà intrinseche assorbenti provvederà a completare l'operazione di asciugatura. Sarà sufficiente mettere il telefonino in un sacchettino di plastica chiuso o in un barattolo ben sigillato con il riso e lasciarlo chiuso per almeno 48 ore, periodo di tempo che dovrebbe essere sufficiente per far assorbire tutta l'acqua rimanente.

67

Il telefonino è ora pronto per essere riassemblato. Potete mettere la batteria ed inserire la sim. Accendetelo e verificate che non vi siano stati danni nelle funzioni. Con i passaggi descritti il vostro cellulare tornerà come nuovo, ma è sempre preferibile prestare attenzione in via preventiva alle pozze d'acqua per evitarsi tutto questo tran tran.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Smontare subito il cellulare e privarlo di ogni parte mobile riponendolo su un piano asciutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cellulari

10 mosse per recuperare un cellulare caduto nella sabbia

Quando si va al mare molto spesso capita di portare con se il proprio cellulare che erroneamente, può cadere non sono in acqua, ma anche in mezzo alla sabbia rovinandosi completamente. Se quindi per sbaglio vi è caduto il cellulare dentro la sabbia,...
Cellulari

Come provare a salvare un telefonino caduto in acqua

Al giorno d'oggi prestiamo tutti molta attenzione a mantenere integro e perfettamente funzionante il nostro cellulare, ma in realtà basta una fatalità o uno scherzo di cattivo gusto a farlo cadere a terra o, addirittura, in acqua! Allora come bisogna...
Cellulari

Come fare se il cellulare cade in acqua

Un piccolo incidente davvero fastidioso è quello di un cellulare che cade in acqua! A volte la fretta, la distrazione o la fatalità ed in un attimo il povero cellulare si bagna del tutto. In mare, in piscina o nel lavandino colmo d'acqua ecco che il...
Cellulari

Come proteggere il cellulare dall'acqua

A meno che non siate in possesso degli ultimi top di gamma nel mercato degli smartphone, principalmente Samsung che dota i propri dispositivi del requisito dell'impermeabilità, proteggere i vostri cellulari dal pericolo di una caduta in acqua diventa...
Cellulari

Come non rovinare un cellulare

Chiunque di noi utilizza uno smartphone quotidianamente, ed è lo strumento più utilizzato da sempre. Per questo è necessario prendercene cura il più possibile cercando di stare attenti a non rovinarlo in fretta. Quando si parla di rovinare un cellulare...
Cellulari

Come salvare il telefonino finito in acqua

I cellulari al giorno d'oggi hanno subito una rapidissima diffusione e sono sempre più le persone che posseggono ed utilizzano almeno un cellulare. Questo è legato anche al notevole sviluppo subito da questo dispositivo nel corso degli anni, infatti...
Cellulari

Come riparare lo schermo di un cellulare

Gli smartphone sono l'evoluzione dei vecchi cellulari che oltre ad permetterci di effettuare e ricevere delle chiamate, ci permettono di svolgere moltissime altre funzione come dei veri e propri computer molto piccoli. Tuttavia questi dispositivi sono...
Cellulari

Come Pulire Il Cellulare

Il cellulare è attualmente uno degli oggetti più utilizzati durante la giornata; infatti, si usa praticamente sempre e per questo motivo è facile che si sporca. Siccome non si può mettere in lavatrice in quanto acqua ed elettronica non vanno d'accordo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.